Auto connesse in autostrada viste dall'alto

Il futuro dei trasporti: dove si andrà?

Pubblicato il 30 settembre 2019 in Trasporto da Conrad Galambos


Scopri cosa ci aspetta nell'entusiasmante futuro dei trasporti, che più vicino di quanto si possa pensare.

Fin dagli albori, gli esseri umani hanno cercato modi per viaggiare più velocemente e più comodamente. Prima abbiamo inventato la ruota, quindi i carri e le carrozze, il trasporto al vapore e il motore a combustione interna. L'innovazione continua con le auto e le biciclette elettriche, oltre ai veicoli autonomi.

Le idee che sembravano appartenere solo al regno della fantascienza, oggi si stanno trasformando in realtà. Continua a leggere per scoprire cosa ci aspetta nell'entusiasmante futuro dei trasporti.

Tre concetti che guidano il futuro dei trasporti

Oggigiorno ci stiamo muovendo verso fonti di energia, modalità di trasporto e infrastrutture fisiche e tecnologiche nuove e più intelligenti, a sostegno delle innovazioni nel settore dei trasporti.

Tre sono le direzioni in questo senso:

  • la tecnologia intelligente
  • l’elettrico
  • l’autonomia

Data la rapida espansione di queste tecnologie, possiamo supporre che tutte contribuiranno in modo significativo al futuro del settore dei trasporti.

Le innovazioni nel settore dei trasporti

Ecco un'anteprima di ciò che sta arrivando nel mondo dei trasporti.

 

Veicoli aerei autonomi (AAV)

Il trasporto pubblico si sposterà in cielo? Tutto questo potrebbe presto diventare realtà. Sono già stati effettuati con successo voli dimostrativi di veicoli aerei autonomi (AAV). Anche se simili ai droni, che sono generalmente senza equipaggio, gli AAV sono diversi perché sono essenzialmente droni autonomi per il trasporto umano, progettati quindi per il trasporto di passeggeri.

La maggior parte delle configurazioni di questi veicoli volanti utilizzano il decollo e l'atterraggio verticale (VTOL) grazie a rotori orizzontali che non richiedono alcuna pista. L'idea è quella di mettere i pendolari negli AAV, togliendoli dalle strade congestionate e portandoli a destinazione su percorsi diretti, riducendo notevolmente i tempi di viaggio.

L'Ehang 184 è un’idea per la mobilità aerea urbana connessa tramite 5G, controllata attraverso un centro di comando della città intelligente, ed è destinata a diventare il primo Air Taxi al mondo al suo debutto in Qatar per la Coppa del Mondo FIFA nel 2022.

 

Hoverbike

Questo progetto è paragonabile a un AAV in quanto utilizza una piattaforma VTOL. Tuttavia, invece di essere un veicolo senza autista, un operatore umano guida e controlla l'hoverbike. La forma assomiglia a una comune motocicletta con quattro rotori (quadcopter) in grado di trasportare una persona. Anche in questo caso, l'obiettivo è quello di fornire un metodo di mobilità che alleggerisca il traffico stradale per gli spostamenti a breve distanza. Hoversurf, una società russa, ha sviluppato l'S3 2019 Hoverbike, un telaio monoblocco in fibra di carbonio alimentato a batteria, capace di volare a 96 Km/h a 10 metri di altitudine. Al costo di 150.000 dollari a veicolo, l'hoverbike non sarà però un'opzione per i pendolari nel breve termine.

 

Taxi a guida autonoma

Le auto autonome hanno un grande potenziale in termini di diffusione, però sono in gran parte ancora limitate agli ambienti di prova e ai progetti pilota. Attualmente sono attive sulle strade di Las Vegas, dove Lyft offre corse autonome a pagamento con il proprio parco di 30 veicoli "Aptiv". Questi mezzi offrono molto di più di semplici prodotti derivanti dall'EV e dalla guida autonoma: rappresentano piuttosto una mentalità in fatto Smart Mobility. Tramite l’utilizzo dell'ICT, questi taxi futuristici comunicano tra di loro, tramite infrastrutture intelligenti e l’IoT, e con i clienti, e raccolgono quantità enormi di dati per aumentare ulteriormente l'efficienza mentre si spostano nelle città intelligenti.

 

L'Hyperloop

L'idea dell'Hyperloop è stata concepita per la prima volta da Elon Musk nel 2012. Questa modalità di trasporto futuristica è stata progettata per il trasporto a lungo raggio tra città, paesi o addirittura continenti.

Il principio di Hyperloop si basa sullo spostamento delle persone in capsule o navicelle che viaggiano ad alta velocità attraverso tubi su lunghe distanze. All'interno dei tubi c'è un ambiente a bassa pressione privo di aria, mentre le capsule utilizzano la tecnologia di levitazione magnetica (MagLev) per la propulsione. La bassa pressione e il MagLev creano un ambiente a bassissimo attrito che permette alle capsule di viaggiare fino a 965 Km/h.

Virgin Hyperloop One ha attualmente una pista di prova di 500 metri ad Apex, Nevada, chiamata DevLoop. Attualmente, i progetti di Hyperloop sono al vaglio in India, Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Messico.

 

Altri esempi includono versioni diverse di treni autonomi MagLev sospesi sopra le strade delle città, funivie molto al di sopra degli skyline urbani, auto ibride con ali, biciclette elettriche, skateboard e altri dispositivi per la mobilità personale, autobus autonomi, e persino dei razzi Falcon 9 per sfruttare la velocità del volo spaziale per portare rapidamente le persone in giro per il mondo. Molti di questi sono in fase di sviluppo avanzato e con ampi scenari di attuazione.

I costi di trasporto e la spinta al cambiamento

La popolazione umana della Terra sta crescendo e si sta spostando in modo esponenziale nelle aree urbane. Il viaggio su strade progettate 20, 50 o anche più di 100 anni fa non può sostenere la domanda di mobilità attuale. Tutto questo porta alla congestione del traffico sulle nostre strade.

Le inefficienze del traffico costano all'economia globale centinaia di miliardi di dollari all'anno, oltretutto i trasporti stradali, aerei, ferroviari e marittimi non sempre funzionano come una rete integrata senza soluzione di continuità, contribuendo di fatto ad aumentare i costi e i ritardi.

Insieme all'attuale dipendenza dai combustibili fossili, i trasporti sono uno dei principali responsabili delle emissioni di gas a effetto serra: secondo l'EPA rappresentano il 28,9% delle emissioni totali di gas a effetto serra negli Stati Uniti nel 2017. I gas serra sono una causa del cambiamento climatico e rappresentano un rischio per la salute e la sicurezza dell'uomo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha scoperto che l’inquinamento dell'aria ambiente derivante da veicoli, oltre ad altre fonti, causa milioni di morti premature e malattie in tutto il mondo.

 

Geotab GmbH collabora con il Center Smart Services del RWTH Aachen Campus in Germania per studiare la qualità dell'aria ad Aquisgrana. Il progetto Mobile AirQuality Measurement mira a raccogliere dati sulla qualità dell'aria iper-locale per supportare l'ottimizzazione della pianificazione e della gestione del traffico.

Cosa succederà al trasporto odierno?

È opinione diffusa che nei prossimi decenni la proprietà individuale delle auto a livello globale diminuirà in modo significativo. Attualmente, gli Stati Uniti hanno la più alta concentrazione di auto pro capite al mondo, con poco più di 800 auto ogni 1.000 persone solo nel 2014, superiore a quella del Canada, dell'Europa e del Pacifico. Il dato dell'Unione Europea al 2017 è di 602 per 1.000 abitanti.

In Canada, uno studio del 2019 condotto dalla società di dati automobilistici Canadian Black Book rivela che il 35% dei canadesi di età compresa tra i 18 e i 34 anni prevede di ridurre il proprio parco veicoli domestico nei prossimi due anni, e il 41% di quella stessa fascia d'età prevede di farlo nei prossimi 10 anni.

Prepararsi alla rivoluzione della mobilità

I nuovi servizi di mobilità e l'elevato costo di proprietà dei veicoli stanno convincendo i pendolari a cercare opzioni alternative. Il Ridesharing, con aziende come Uber, Lyft, Car2Go, Zipcar e altre, sta crescendo rapidamente. Nello stesso studio della Canadian Black Book, il 27% dei canadesi tra i 18 e i 34 anni dichiara di affidarsi già a questo tipo di servizi di mobilità.

Molti produttori di auto si stanno affrettando ad accogliere la prossima rivoluzione del settore, integrando i veicoli elettrici nelle loro linee di produzione e investendo nella ricerca e nello sviluppo della mobilità.

 

L'autore e relatore esperto dei trasporti Lukas Neckermann afferma che per l'industria automobilistica sta arrivando una "rivoluzione della mobilità", definita da tre zeri: zero emissioni, zero incidenti e zero proprietà. Neckermann dichiara: "Lo strumento più potente per la mobilità è lo smartphone".

 

È iniziata una rivoluzione dei trasporti. I Big Data, l'Internet delle cose e le tecnologie a zero emissioni fanno sperare in metodi di trasporto più puliti ed efficienti. Le auto saranno ancora sulle nostre strade, ma l'energia che le alimenterà e il modo in cui vengono acquistate, affittate o noleggiate e gestite cambierà certamente.

Gli esempi precedenti sono solo alcune delle innovazioni all'orizzonte per il futuro del trasporto umano. 

 

Chi scrive non vede l'ora che questo momento arrivi.


Se ti è piaciuto questo post, faccelo sapere!


Dichiarazione di non responsabilità

I blog post di Geotab hanno l’obiettivo di fornire informazioni e stimolare la discussione su argomenti di interesse per la comunità telematica. Geotab non intende fornire consulenza tecnica, professionale o legale attraverso tali post. Nonostante sia stato fatto il possibile per garantire che le informazioni contenute siano puntuali e accurate, sono comunque possibili errori e omissioni, e le informazioni qui riportate potrebbero risultare non aggiornate con il passare del tempo.