Normalizzazione dei dati: perché è importante

Pubblicato il 31 luglio 2019 in Big Data da Melanie Serr


Il processo di normalizzazione dei dati provenienti da mezzi, marche e modelli diversi di flotte è fondamentale e strategico. Ecco perché.

Come si ottengono informazioni da automobili, autocarri e autobus, di marche e modelli diversi, provenienti da tutto il mondo? Come si possono presentare in maniera efficace e facile da utilizzare? Ecco una parte poco discussa ma importante della telematica, chiamata “normalizzazione dei dati”. Questo post ti porta dietro le quinte di questo affascinante processo.

Cos'è la normalizzazione dei dati e perché è importante?

La normalizzazione dei dati è il processo di pulizia, filtraggio e standardizzazione dei dati. Perché questo processo è così significativo? Senza di esso, la gestione della flotta sarebbe molto più complicata e richiederebbe molto più tempo. I fleet manager dovrebbero passare attraverso più fonti per accedere alle informazioni dei propri veicoli. Inoltre, a seconda del tipo di veicolo e della casa costruttrice, in alcuni casi i dati disponibili potrebbero essere limitati, oppure in formati diversi.

I dati dei veicoli sono complessi

Ogni casa automobilistica, e persino ogni modello di veicolo, ha la propria serie di codici, la propria formattazione dei dati, il proprio ordinamento, e così via. Una singola marca/modello potrebbe anche cambiare più codici e definizioni in un solo anno per lo stesso modello.

I veicoli presentano anche diversi tipi di collegamenti, come il CAN-BUS di mezzi pesanti e grandi autobus, e la porta OBD II tipica dei veicoli leggeri. Le flotte internazionali e miste sanno bene di cosa stiamo parlando. Esistono anche collegamenti e protocolli specifici per apparecchiature come generatori e carrelli elevatori.

Anche questi protocolli cambiano, ad esempio si è passati  da SAE J1708 a SAE J1939. Tuttavia, ci sono ancora molti mezzi pesanti a livello internazionale che utilizzano il protocollo J1708, quindi per renderli fruibili Geotab deve essere in grado di tradurre entrambi questi protocolli.

Geotab traduce i dati dei veicoli per renderli fruibili dalla flotta

Geotab funziona come una gigantesca biblioteca di linguaggi dei dati e come un traduttore per il settore delle flotte. Geotab consente, infatti, l'accesso ai dati di quasi tutte le marche e modelli: auto, furgoni e mezzi pesanti, oltre ai veicoli elettrici (EV - link in Inglese) ed i veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV).

Grazie ad una vasta esperienza nel campo della telematica, Geotab ha sviluppato un sistema per accedere a tutti questi protocolli di linguaggio dei dati e tradurli, in modo che le flotte possano utilizzare e confrontare accuratamente i dati a loro disposizione. Poiché l'industria dell'auto e dei mezzi pesanti è in continua evoluzione, siamo sempre al passo con i cambiamenti e aggiorniamo il nostro sistema con l'aggiunta di ogni nuovo modello. Lo facciamo attraverso quelli che chiamiamo identificativi dei dati di stato di Geotab.

Perché è importante? Come la normalizzazione dei dati influisce sulle flotte

Gli utenti di Geotab non vedono questo processo, ma ciò che osservano è l'accesso senza problemi a tutti i veicoli della loro flotta in un'unica piattaforma telematica. 

 

Ad esempio, un fleet manager può creare una regola per l'eccesso di velocità o per Idling (sosta prolungata a motore acceso) che si applica a tutti i veicoli, senza dover creare regole diverse per ogni tipo di linguaggio di protocollo. Ciò vale anche per il reporting della flotta e l'impostazione degli avvisi.

 

Indipendentemente dalla formattazione dei dati, quando il Fleet Manager accede a MyGeotab, tutti i diversi protocolli di linguaggio sono stati tradotti in un unico linguaggio Geotab. 

 

È dunque possibile un confronto tra il veicolo A e il veicolo B senza che l'utente debba preoccuparsi di capire il singolo linguaggio dei dati. Nel caso in cui la normalizzazione dei dati non dovesse avvenire, le flotte avrebbero difficoltà a confrontare direttamente e rapidamente il veicolo A con il veicolo B e, in generale, i loro dati avrebbero poca utilità. Potrebbe anche essere necessario assumere più persone solo per l'inserimento e l'analisi dei dati.

 

Con l'aumento della concorrenza e la pressione per la riduzione dei costi, la capacità di accedere e analizzare le informazioni sulla flotta diventa sempre più vitale. In altre parole, la normalizzazione dei dati, pur non essendo un processo molto visibile, è comunque fondamentale per aiutare le flotte a raggiungere i loro obiettivi in termini di maggiore sicurezza per i conducenti, efficienza, sostenibilità e redditività.


Se ti è piaciuto questo post, faccelo sapere!


Dichiarazione di non responsabilità

I blog post di Geotab hanno l’obiettivo di fornire informazioni e stimolare la discussione su argomenti di interesse per la comunità telematica. Geotab non intende fornire consulenza tecnica, professionale o legale attraverso tali post. Nonostante sia stato fatto il possibile per garantire che le informazioni contenute siano puntuali e accurate, sono comunque possibili errori e omissioni, e le informazioni qui riportate potrebbero risultare non aggiornate con il passare del tempo.