Uno sguardo al dispositivo Geotab GO: passato, presente e futuro

Pubblicato il 10 giugno 2019 in Big Data da Geotab team


Sin dal dispositivo originale GO1, Geotab ha sicuramente fatto molta strada. Ecco l'evoluzione del device GO dal 1997 ad oggi.

Il dispositivo GO di Geotab è un dispositivo telematico espandibile. La produzione iniziale del dispositivo Geotab GO1 è iniziata nel 1997. Da allora, Geotab ha continuato a modificare e migliorare vari aspetti del dispositivo e recentemente ha rilasciato il modello GO9.

Geotab, nominata fornitore telematico n. 1 da ABI Research e presente in tutti e sette i continenti, continua a lavorare per soddisfare le diverse esigenze dei parchi veicoli commerciali e governativi di tutto il mondo. Diamo uno sguardo al dispositivo Geotab GO nel corso degli anni.
Geotab GO1

Il dispositivo GO originale era una scatola di 10 x 7,6 x 3,8 cm, che registrava i dati GPS del veicolo. I clienti potevano scaricare i dati GPS attraverso una "chiavetta" che si collegava al dispositivo. Il firmware era eseguito su PIC16 a 4 MIPS, che all'epoca era sufficiente per memorizzare dati limitati.

Immagine di GO1 fronte e retro

Geotab GO2

Nel 2002 è stato introdotto sul mercato il dispositivo di gestione del parco veicoli Geotab GO2 con il miglioramento della raccolta dati, compreso il download in radiofrequenza (RF) e il tracciamento in tempo reale. La chiavetta GO2-KEY migliorò la velocità di download da diversi minuti a 20 secondi. GO2-RF integrava un modulo RF, che poteva trasferire senza fili i dati al database quando il veicolo passava in prossimità di un ricevitore RF. Il tracciamento in tempo reale era disponibile collegando un modem aggiuntivo al dispositivo GO.

GO-LIVE permetteva quindi al cliente di accedere ai dati del veicolo in tempo reale. Nonostante il metodo in tempo reale fosse il più comodo, i costi dei dati cellulari erano abbastanza alti all'epoca, quindi l'invio dei dati via etere non era molto popolare sul mercato. La dimensione del circuito stampato (PCB) era la stessa del GO1, ma il dispositivo era più grande per migliorare la stabilità del cablaggio. L'unità di controllo multiplo (MCU) era stata aggiornata a PIC18 a 10 MIPS e i dati FLASH erano stati ampliati a 8 MB per supportare le funzionalità aggiunte.

Inoltre, con il GO2, i parchi veicoli potevano raccogliere più informazioni della semplice localizzazione GPS. Furono introdotti ingressi ausiliari per monitorare parte dello stato ON/OFF dei circuiti del veicolo e si poteva rilevarne anche l'accensione. Un'altra novità fu l'aggiunta della capacità di controllo del relè. Il GO2 poteva memorizzare 20.000 record, il che significava che con campionamenti ogni 10 secondi potevano essere salvati più di due giorni di dati all'interno del dispositivo.
Una sottoversione del GO2 chiamata GO2-J1708 (con supporto per l’interfaccia J1708) permetteva di registrare i dati del motore. I dati FLASH furono ampliati per supportare una dimensione di record di 40K e quattro giorni di dati.

Immagine di GO2 fronte e retro


Geotab GO3

Il GO3 è stato rilasciato nel 2006 per supportare più funzioni come J1939 (bus CAN) e il Wi-Fi. Sul lato motore, J1708 supporta RS485 per i veicoli legacy, mentre J1939 supporta lo standard CAN che in quel periodo stava diventando sempre più popolare. Vennero forniti diversi accessi per il download, compresi RF e Wi-Fi. L'MCU venne aggiornato a PIC24 in esecuzione a 20 MIPS mentre il FLASH dei dati venne ampliato a 32 MB.

Immagine di GO3 fronte e retro

Geotab GO4

Il dispositivo GO4 era un aggiornamento superiore rispetto alle versioni precedenti. Un aspetto unico di questo modello era il modem cellulare progettato all'interno del dispositivo. Un modem integrato e commutabile permise al sistema di Geotab di essere più robusto rispetto alle versioni precedenti. Con il GO4 sono state introdotte la linea J1850 e la linea ISO K&L. L'MCU principale PIC24 lavorava a 20 MIPS e un secondo PIC24 a 16 MIPS era dedicato al controllo dell'interfaccia periferica per migliorare la stabilità del sistema.

Il GO4 ha avuto tre diverse versioni: la V1 e la V2 furono rilasciate nello stesso anno del GO3, mentre V3 venne lanciata tre anni dopo. La V1 supportava lo standard J1708 per la comunicazione con i motori. I protocolli legacy automotive e J1939 CAN furono introdotti nella V2. Entrambi questi elementi, così come J1708, erano applicati in tre schede separate.

Nel GO4V3 J1708, J1939 e i circuiti automotive legacy vennero integrati in un'unica scheda per offrire ai clienti una flessibilità ottimale. Fu inoltre introdotto un accelerometro per misurare l'accelerazione multiasse del veicolo.

Immagine di GO4 fronte e retro

Geotab GO5

Nel tentativo di migliorare l'esperienza complessiva del cliente, nel 2010 Geotab sviluppò un dispositivo GO compatto, abbastanza piccolo da stare nel palmo di una mano. Il GO5 era una versione snella e compatta della funzionalità GO4V3, ma senza ausiliari.

Con dimensioni di 2,5 x 5 x 7,6 centimetri, il GO5 disponeva anche di antenne GPS/cellulare e di un cicalino. Il GO5 poteva essere collegato direttamente alla porta OBD II di un veicolo, il che riduceva il tempo di installazione da minuti a secondi. Lavorando a 20 MIPS, l’MCU PIC24 raccoglieva i dati del motore da CAN, J1850 o ISO K&L Line, acquisendo informazioni GPS e di accelerazione, quindi trasferendo i dati al database attraverso la rete GSM o 3G.

Immagine di GO5 fronte e retro

Geotab GO6

La sua piccola dimensione e le potenti funzioni del GO5 erano allettanti per molti, ma un certo numero di clienti aveva ancora bisogno di ausiliari. Di conseguenza, Geotab sviluppò e iniziò la produzione del dispositivo GO6 nel 2012.

Questo dispositivo fu il primo ad offrire l'espandibilità IOX™ oltre a tutti i servizi forniti dal GO5. L'MCU PIC24 lavorava a 40 MIPS per aumentare la capacità di elaborazione e il GO6 poteva trasmettere dati attraverso la rete CDMA.

IOX si riferisce agli Input/Output Expanders, che si collegano al dispositivo GO e consentono a un parco veicoli di integrare più strumenti nella propria piattaforma, come il feedback e il numero identificativo dell'autista o il tracciamento degli asset. Per scoprire la gamma di Add-On IOX ora disponibili, consulta la Guida agli Add-On IOX di Geotab.

Immagine di Go6 fronte e retro

Geotab GO7

Il Geotab GO7 è stato introdotto sul mercato nel 2014. Quest'unità era più economica e consentiva una maggiore espansione del protocollo automobilistico. Oltre al bus CAN standard, erano supportati il CAN Mid-Speed e il Single Wire CAN per i veicoli legacy. Erano presenti anche quattro interfacce discrezionali del produttore, che potevano essere configurate nel firmware per adattarsi a diverse periferiche personalizzate. L'MCU PIC33 lavorava a 60 MIPS.

Questo dispositivo includeva il sistema di espansione IOX del GO6, oltre a opzioni IOX aggiuntive.

Immagine di GO7

Geotab GO8

Il GO8 è stato lanciato nel 2017. Questa generazione di dispositivi ha introdotto la connettività LTE, mantenendo la tecnologia GPS avanzata, il monitoraggio G-force, l'espandibilità IOX di Geotab e le valutazioni sullo stato di salute del motore e della batteria fornite dal suo predecessore.

L'ulteriore velocità di trasferimento dei dati con connettività LTE ha reso la soluzione pronta all'uso fino al prossimo decennio. LTE ha inoltre abilitato la trasmissione sicura in tempo reale dei dati dal veicolo al cloud e viceversa, nei casi in cui sono abilitate le regole di formazione dell’autista a bordo del veicolo. Il GO8 supporta il collegamento di un massimo di cinque Add-On esterni. Visita il Marketplace di Geotab per sfogliare le opzioni IOX, oltre alle altre applicazioni e agli Add-In software compatibili con Geotab.

Immagine di GO8

Geotab GO9

Lanciato nel marzo 2019, il GO9 è stato progettato per aiutare le aziende a gestire meglio il loro parco veicoli. È dotato di un processore a 32 bit, 4 volte più memoria e 5 volte più RAM del GO8, che lo rendono ad oggi il dispositivo più potente di Geotab.

Altre nuove caratteristiche includono un giroscopio e un accelerometro potenziato, il modulo Global Navigation Satellite GNSS e aggiornamenti e provisioning del software over-the-air migliorati. Dai un’occhiata alle caratteristiche distintive di Geotab GO9 in questo post.

Nel 2019, inoltre, la libreria crittografica del dispositivo Geotab GO ha ottenuto con successo la convalida FIPS 140-2. Con questa convalida, Geotab si unisce a un gruppo d'élite di leader mondiali nella tecnologia della sicurezza come Microsoft, Apple, Google e Cisco, anche essi detentori della convalida FIPS 140-2. Scopri cosa ha da dire l'amministratore delegato di Geotab, Neil Cawse, sul dispositivo GO di ultima generazione nel comunicato stampa.

Immagine di GO9

Geotab GO7 RUGGED

Il Geotab GO7 RUGGED è stato introdotto sul mercato nel 2016. Questa versione rinforzata del dispositivo GO offre tutti i vantaggi del miglior dispositivo GO7 del settore con l'aggiunta di un involucro riempito di resina che permette al dispositivo di essere resistente agli urti, all'acqua e all'umidità. Con il suo grado di protezione IP67, il GO RUGGGED è stato progettato su misura per l'uso in condizioni difficili. È supportata anche l'installazione esterna. Questo rende il dispositivo GO RUGGED ideale per l'edilizia, i veicoli di costruzione, le attrezzature pesanti e l'industria petrolifera, del gas e mineraria. Quando è richiesto un GO RUGGED? Scoprilo qui.

Immagine di Go RUGGED

Geotab GO8 RUGGED

Attualmente disponibile solo nella regione nordamericana, il nuovo GO8 RUGGED offre una tecnologia GPS all'avanguardia, il monitoraggio della forza g, l'espandibilità IOX® di Geotab e la valutazione dello stato di salute del motore e della batteria con l'aggiunta della possibilità di comunicare su una rete 4G e LTE con il 3G come riserva.

Utilizzando l'algoritmo di registrazione delle curve per il tracciamento GPS brevettato da Geotab, Geotab ricrea accuratamente i viaggi di un veicolo e ne analizza gli incidenti. Il GO8 RUGGED è ideale per attrezzature pesanti, macchine agricole e apparecchiature per campi petroliferi, così come il tracciamento di rimorchi e mezzi motorizzati.

Immagine di Go8 RUGGED

E in futuro?

Sin dal dispositivo originale GO1, abbiamo sicuramente fatto molta strada: dal download con chiavette al live-streaming odierno di una ricca diagnostica del parco veicoli, oltre all'integrazione di telecamere, al tracciamento della temperatura e ad altre soluzioni tecnologiche per il parco.

In qualità di azienda leader mondiale nel settore dei veicoli connessi, Geotab innova continuamente e lavora diligentemente per aiutare le aziende a sfruttare i propri dati per gestire e tracciare al meglio il proprio parco veicoli.


Se ti è piaciuto questo post, faccelo sapere!


Dichiarazione di non responsabilità

I blog post di Geotab hanno l’obiettivo di fornire informazioni e stimolare la discussione su argomenti di interesse per la comunità telematica. Geotab non intende fornire consulenza tecnica, professionale o legale attraverso tali post. Nonostante sia stato fatto il possibile per garantire che le informazioni contenute siano puntuali e accurate, sono comunque possibili errori e omissioni, e le informazioni qui riportate potrebbero risultare non aggiornate con il passare del tempo.